Crea sito

FATTI PIU’ IN LÀ

Stai in casa rintanato
Per paura d’sser contagiato

Ma non ti basta stare in sicurezza
Vuoi vedere negli altri nefandezza

Così stai sempre sul balcone
A gridare a chi passa “coglione!”

Perché il virus non è poi così cattivo
Il contagio sul balcone è negativo

Vuoi che tutti stiano in casa
Mentre tu esci a far la spesa

Perché ciò che fai tu è fuoco vivo
Mentre gli altri escono senza motivo

Ma c’è di più in questo atteggiamento
La voglia di vedere in altri lo spegnimento

Godi quando il vecchio viene sanzionato
Applaudi dal balcone come un ritardato

Se passa una donna col cane o coi gatti
Quale occasione migliore per sfogarti

Ma se passa il muscoloso su di giri
Come un coniglio zitto e ti ritiri

Punti il dito e tutti sono farabutti
Ma dopo il supermercato i guanti butti

Stai a casa con lo stipendio assicurato
Mentre altri abbandonati dallo stato

Hai vicino tutta la famiglia
Mentre la vecchia piange la figlia

Vivi in una villa col giardino
E un altro dentro a un comodino

Urli e sbraiti contro un fratello
È dura portare il tuo fardello

Fatto di demenza e malignità
E non ti rendi conto della realtà

E allora adesso per giustizia e creanza
Chiudiamo il tuo balcone a oltranza

Il tuo stipendio diamo a chi ti ripugna
Aho, a chi tocca non si ingrugna.

E quando tutto sarà finito, per carità
Rimani lontano e vaffanculo più là.

Emanuela Pandolfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.